C.G.J./Collettivo Giulio e Jari

 

19 settembre | h 20.30
Largo Spartaco | Roma
performance | danza | 25′

EVENTO

 

ideazione C.G.J. Collettivo Giulio e Jari
con Giulio Petrucci e Jari Boldrini
musica Simone Grande
produzione Anghiari Dance Hub, Nexus Factory
con il sostegno di Stabile di lì
residenze artistiche Cango Cantieri Goldonetta
finalista al premio Twain_DirezioniAltre 2020
selezionato per la Vetrina Anticorpi XL 2020

Il luogo incompiuto, abbandonato e vuoto testimonia una memoria, è disponibile all’evento di rappresentazione che lo realizza; esiste una relazione fra un evento teatrale e un luogo con una sua qualche particolarità; ogni spettacolo incontra un suo spazio e ha bisogno di un suo luogo speciale, perché spazio e concentrazione sono inseparabili e specifici per l’evento di rappresentazione. (Peter Brook)

Evento nasce dal desiderio di trasmettere un’esperienza del corpo senza alcun filtro.
Il motore è il fulmineo scambio di informazioni tra i due danzatori: i tempi ritmici rispondono a un impulso visivo e la geometria dello spazio muta ripetutamente. L’unione delle identità genera azioni corporee che esplorano “ogni forma dell’essere presenti”, scardinando il meccanismo in atti imprevedibili verso luoghi altri mediante suggerimenti materiali o metafisici.
Le relazioni umane sono esperienze condivise intessute di ricordi.
La relazione tra i performer, la loro intesa, esprime il coraggio di vivere pienamente e apertamente l’unicità di un legame irripetibile, e condividerlo.

JARI BOLDRINI E GIOLIO PETRUCCI collaborano singolarmente con diverse realtà internazionali italiane ed estere e fanno parte assieme ad altri sette danzatori dello “Stabile di Lì” che avvia flussi di stimoli artistici e scambi di pratiche.
Le loro formazioni seppur differenti, uno diplomato Scaligero, l’altro formato presso la scuola dell’Opus Ballet di Firenze, uniscono i loro interessi comuni.
Nel tempo consolidano un forte rapporto di amicizia, le varie esperienze quotidiane e lavorative fatte insieme nutrono un loro pensiero artistico che li porta nel 2018 a dare vita a C.G.J.Collettivo Giulio e Jari, un progetto di ricerca e creazioni di formati performativi che si interessa di osservare i molteplici aspetti celati nella quotidianità di ogni cultura.
Nel 2020 ottengono il sostegno di Nexus Factory di Simona Bertozzi e nello stesso anno vincono il premio Danza&Danza come interpreti emergenti.

ENGLISH

The unfinished, abandoned and empty place bears witness to a memory, it is available to the performance event that realises it; there is a relationship between a theatrical event and a place with its own particularity; every performance encounters its own space and needs its own special place, because space and concentration are inseparable and specific to the performance event. (Peter Brook)

Evento is born from the desire to transmit an experience of the body without any filter.
The driving force is the lightning-fast exchange of information between the two dancers: rhythmic tempos respond to a visual impulse and the geometry of the space changes repeatedly. The union of identities generates bodily actions that explore “every form of being present”, unhinging the mechanism into unpredictable acts towards other places through material or metaphysical suggestions.
Human relationships are shared experiences interwoven with memories.
The relationship between the performers, their understanding, expresses the courage to live fully and openly the uniqueness of an unrepeatable bond, and to share it.

JARI BOLDRINI AND GIULIO PETRUCCI collaborate individually with various Italian and foreign international organisations and are part, together with seven other dancers, of the “Stabile di Lì”, which initiates a flow of artistic stimuli and exchanges of practices.
Their backgrounds, although different, one graduated from Scaligero, the other trained at the school of Opus Ballet in Florence, unite their common interests.
Over time they consolidate a strong friendship, the various daily and work experiences they have had together nourish their artistic thinking, which leads them in 2018 to give life to C.G.J.Collettivo Giulio e Jari, a project of research and creation of performance formats that is interested in observing the many aspects hidden in the everyday life of every culture.
In 2020 they obtain the support of Simona Bertozzi’s Nexus Factory and in the same year they win the Danza&Danza award as emerging performers.