image description
 

 

 

a cura di CONSORZIO GRANOLUCISANO
(Teodora Grano e Chiara Lucisano)

 

 

per il progetto

ALIX MAUTNER AVEVA GRANDE CURIOSITÀ PER LA FISICA -ovvero l'inusitato comportamento delle teorie prive di buon senso-

rivolto a
DANZATORI INTRAPRENDENTI, CON CORPI EQUIPAGGIATI DI UN’INCOSCIENZA AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO, DISPOSTI AD IMBARCARSI FUORI DAI CONFINI DELLO SPAZIO CONOSCIUTO.

“Quando ci confrontiamo con dei fenomeni fisici e proviamo a misurarli in realtà ci stiamo confrontando con qualcosa che sta al di fuori di noi. La certezza di questo qualcosa fuori dalla nostra coscienza è forse il significato della nostra esistenza.”
Giovanni Amelino Camelia

Il laboratorio si svolge a Roma all’ interno del programma del Festival Attraversamenti Multipli 2019 nell’ ambito del progetto Europeo “Contact Zones _ performing arts in urban spaces ” – ed è finalizzato alla realizzazione di un esito scenico di laboratorio.
Il laboratorio si terrà :
da domenica 8 a venerdì 13 settembre 2019
dalle h. 18.00 alle h. 22.00 circa,
presso Garage Zero – via Treviri, csoa Spartaco e Largo Spartaco.

L’ esito scenico dell’esperimento sarà presentato al pubblico:
sabato 14 settembre 2019 alle h 22.30 a Largo Spartaco,
all’interno del programma festival Attraversamenti Multipli

La partecipazione è GRATUITA ed è aperta, per un numero di massimo 5 partecipanti:
4 danzatrici e 1 danzatore.

Per partecipare: è necessario inviare un curriculum e un link a un breve video/improvvisazione di danza (max 3 minuti) ,
inserendo in oggetto: NOME_COGNOME_DANZA_ALIX MAUTNER)
all’indirizzo: granolucisano@gmail.com;

la scadenza delle candidature è fissata per il giorno 5 AGOSTO 2019 ore 00.00.

Alle persone selezionate verrà inviato un questionario finalizzato alla selezione del gruppo campione dell’esperimento.

Le persone selezionate riceveranno conferma via mail entro il 23 agosto 2019.

IPOTESI:
ALIX MAUTNER AVEVA GRANDE CURIOSITA’ PER LA FISICA -ovvero l’inusitato comportamento delle teorie prive di buon senso-

ESPERIMENTO:
Cosa succederebbe se chiedessimo ad un gruppo di fisici di usare il corpo al posto del calcolo per descrivere la natura?
Cosa succederebbe se chiedessimo a un gruppo di danzatori di utilizzare l’eleganza del formalismo matematico per teorizzare il movimento?
Ma soprattutto cosa ci fanno degli anziani in tutto questo?

ESITO:
I risultati dell’esperimento saranno rilevati il:
14 settembre 2019, durante il festival ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI, h22.30 , GMT +1, Lat: 41,8594 Long: 12,552297, Largo Spartaco.

Cerchiamo un gruppo di danzatori disposti a fare un passo al di fuori dal loro habitat disciplinare e dalla loro identità di danzatori, che siano disposti a mettersi in dialogo con un gruppo di fisici e di anziani.
L’esperimento sarà monitorato dall’occhio vigile di CONSORZIO GRANOLUCISANO, con attrezzature all’avanguardia e margini d’errore e approssimazione tendenti a infinito.

“Suggeriamo la possibilità di sconfinare fuori dal pensiero comune: un fisico pensa, un danzatore danza.
Rompendo il confine invisibile delle categorie umane, che separa la fisica e le pratiche coreutiche, oseremo un confronto di pratiche tra esseri umani.
I gruppi, come metaforici esponenti di universi paralleli si incontreranno oltre i confini della loro galassia in uno spazio sconosciuto, il cui esito è incerto.
In questo momento in cui la separazione e il confine continuano ad essere temi di attualità proporremo una ricerca ed una pratica (del corpo e della mente) che sfidino il pubblico e i partecipanti a superare l’idea stessa di confine.”