The show is going on!

Progetto Demoni in Demoni – FRAMMENTO #3STAVROGIN.
Di e con Alessandro Miele e Alessandra Crocco.

Ad un tratto un passante ci ferma.
“Sta succedendo qualcosa al Garage zero!” mi guarda camminando, gira l’angolo.
Cosa fare? Balletto civile  ha lasciato un bellissimo sorriso amaro, un intenso pensiero sull’amore.
In quel garage… L’ultima volta che qualcuno si è avventurato lì… Non è stato facile. Ho visto una mia compagna di viaggio uscirne stravolta, non parlava… Chissà cos’è successo?

Mi accorgo che sono uno degli ultimi ad entrare.
Tutti quanti hanno avuto più coraggio di me, sono usciti pensierosi sta volta.

Scendo lentamente lungo la  illuminata dalle candele. Mi guardo intorno, solo pochi altri viaggiatori in questo spazio. Una ragazza si avvicina. Alessandra Miele! Di nuovo lei, sta volta nei panni di cicerone. Come l’altra volta, non potremo parlare ne fare nulla. Solo guardare. Pensare. Ascoltare.

Si. Ascoltare è la parola giusta.
Entriamo e nel garage risuona “The Passenger” di Iggy Pop .
Un uomo in fondo alla stanza balla sovreccitato. Nikolaj ha detto di chiamarsi.
Ci racconta di un segreto.
Del segreto che non è mai riuscito a confessare. Di una ragazza in particolare che non riesce a scordare.
Infesta i suoi incubi tutte le notti.
Torna a ballare. Si sfoga. Non ci sono parole.
L’aveva vista suicidarsi nella sua stanza, da quel momento non è riuscito a togliersela dalla mente.
Torna a ballare. Stremato.
Esco anch’io pensieroso sullo spettacolo.

Daria Greco in Noyau

Torno a Largo Spartaco per riunirmi al resto del gruppo per continuare il viaggio.

Sono ancora intontito da quello che mi è appena successo. Da quel segreto che mi ha sbattuto in faccia una realtà pesante.
Da lontano vedo una ragazza ballare. Si dimena sulla pista.
Chiedo in giro cosa succede e scopro che sta cercando di comunicarci qualcosa con il ballo. Qualcosa sulla segretezza.
Ci avviciniamo a lei, timidamente ci guarda.

“… timidamente risponde.”

 

 

“Penso che il luccichio di un segreto sia una cosa affascinante”

 

 

 

 

“…più del resto.”

 

 

“Dare agli altri qualcosa di taciuto. Qualcosa che rimane più del resto.”

 

 

 

 

Poche parole. I segreti sono stati la conquista di oggi.

Matteo Traini

Lascia un commento