O ballano tutti o non balla nessuno

Pungi in tasca – in concerto a Largo Spartaco

Quarto giorno di Spedizione.

Viaggiatori, lo spazio di Largo Spartaco oggi ha incontrato il rap grintoso, energico, tagliente e crudo dei “Pugni in tasca”.

 

Le loro parole cantano i temi più intimi come l’amore a quelli sociali della disoccupazione, dei giovani e soprattutto delle periferie nelle quali abitano le loro radici, di preciso nel quartiere di Numidio Quadrato.

Il loro ritmo secco e la sconvolgente quanto eccellente eleganza del sax coinvolgono tutti, dai più appassionati di rap ai curiosi visitatori di Largo Spartaco. La musica scandisce il tempo e si balla.

Prima solo la testa, qualche passo con i piedi e poi via con tutto il corpo e la mente.

La loro presenza è una festa per il quartiere.

Oggi grazie al rap dei “Pugni in tasca” abbiamo scoperto uno spazio senza confini che non conosce tempo né diversità, ma solo un profondo desiderio di BALLARE.

Chiara Preziosa

 

 

 

Lascia un commento