Lo spazio dell’Assenza

Good Lack | Trittico sull’assenza

Di e con Francesca Foscarini

Quarto giorno di Spedizione.

Domanda del giorno cos’è l’assenza e in quali spazi abita?

Sono tante le motivazioni che spingono un viaggiatore a mettersi in cammino. L’avventura, la solitudine o il confronto con nuove realtà. Ma penso ci sia un origine che le accomuna.

Il viaggio prende vita dalla “percezione dell’assenza, che ti conduce a ricercare qualcosa che la possa colmare”.

 

Queste sono le riflessioni di Francesca Foscarini, incontrata oggi a Largo Spartaco. Ci ha raccontato attraverso il linguaggio del suo corpo le sue domande sui “diversi modi di vivere l’assenza, che può essere l’assenza di una casa, di una relazione, di vita, di un corpo fisico reale”.

Il racconto itinerante ci ha condotto ad attraversare tre spazi diversi, grazie ai quali le testimonianze della sua ricerca erano messe in risalto.

 

 

 

 

 

 

Ma i tre spazi urbani nei quali noi viaggiatori ci avventuriamo non sono altro che possibili ma non esaustive proiezioni dello spazio dell’assenza che in realtà “non si vede, perché sta più dentro di te.”

Chiara Preziosa

 

Lascia un commento